Come progettare il bagno disabili

Home/news/Come progettare il bagno disabili

Come progettare il bagno disabili

Come progettare il bagno disabili

Chi ha difficoltà motorie, come anziani ed invalidi, deve poter contare su accorgimenti nella stanza da bagno disabili indispensabili per la sua sicurezza. Se questi accorgimenti possono rendere la loro vita più semplice in ambito domestico, e permettere loro di prendersi cura della propria igiene in totale autonomia, diventano elementi obbligatori quando parliamo di bagno disabili in ambito contract. Qui è necessario rispettare alcune norme di legge che vedremo di seguito.

Abbattimento barriere architettoniche - Norme bagno disabili

A dare una precisa indicazione delle caratteristiche e le misure bagno disabili è la legge 236/89, quella che disciplina i criteri per l'abbattimento delle barriere architettoniche. Il bagno diversamente abili deve poter garantire:

  • dimensioni minime 180 X 180 cm con apertura porta verso l'esterno, con larghezza minima di 85 cm e maniglia posizionata a 90 cm di altezza
  • vaso con seduta rialzata ad almeno 45 cm collocato sulla parete opposta a quella dove si trova la porta. La distanza dalla parete sinistra deve essere di almeno 140 cm mentre quella di destra deve essere distante almeno 40 cm
  • lungo tutto il perimetro laterale devono essere collocati dei corrimano per disabili orizzontali ad un'altezza di 80 cm dal pavimento e a 5 cm di distanza dalle pareti. Devono inoltre essere presenti due corrimani verticali che partendo dal pavimento raggiungono il soffitto, collocati ai due lati del vaso. Il primo deve trovarsi a destra, ad una distanza dall'asse di 40 cm e a 15 cm dalla parete posteriore, mentre il secondo deve essere collocato sul lato sinistro,a 30 cm dall'asse e a 15 cm dalla parete laterale
  • nella stanza da bagno disabili deve essere presente uno specchio posizionato ad un'altezza compresa tra i 90 cm ed i 170 cm da terra
  • il lavabo deve essere posizionato ad altezza inferiore rispetto ai modelli tradizionali. Il piano superiore deve trovarsi a 80 cm dal pavimento, e deve avere la rubinetteria a leva. La forma deve presentarsi con un rientro centrale, in modo tale da permettere alla carrozzina di inserirsi comodamente al di sotto. La sua collocazione ideale è considerata sulla parete opposta a quella dove si trova il wc
  • in prossimità del vaso deve essere collocato il campanello a cordone

Accessori bagno per disabili: la sicurezza che non pregiudica il design

Le tante disposizioni previste dalle vigenti normative potrebbero far pensare ad arredi bagno per disabili dove il design viene penalizzato dalle esigenze di sicurezza, ma non è affatto così. Scegliere accessori utili per garantire l'incolumità a coloro che hanno difficoltà motorie non significa affatto rinunciare al fascino estetico dell'ambiente. Con i complementi giusti potremmo infatti avere stanze da bagno sicure e prestigiose.

Sicuramente l'occhio di riguardo deve essere posto sulla sicurezza dell'ambiente, ma ciò non vuol dire che non sia possibile coniugare estetica e funzionalità. Per il bagno pensato per chi ha problemi di deambulazione accessori come il sedile da inserire nel box doccia o all'interno della vasca, il maniglione di sicurezza e tanti altri prodotti significano importanti fattori di sicurezza e possono essere acquistati anche usufruendo delle detrazioni fiscali concesse dallo Stato sotto forma di rimborsi delle imposte  e Bonus ristrutturazione bagno.