Come arredare il bagno cieco

Home/news/Come arredare il bagno cieco

Come arredare il bagno cieco

Come arredare il bagno cieco

Il bagno cieco si differenzia da quello classico per l'assenza di finestre ed elementi che permettono alla luce naturale di filtrare nella stanza, per cui è fondamentale prestare un'attenzione particolare sia alla scelta dei sistemi illuminanti che al ricircolo dell'aria. Ma come arredare il bagno cieco? Ecco qualche idea utile per creare spazi di design anche negli ambienti più difficili.

Come scegliere sanitari ed accessori per il bagno senza finestre

La prima regola quando siamo di fronte ad un bagno senza finestre è sicuramente la luminosità: per questo sarebbe sempre opportuno scegliere sanitari e lavabi che non tolgono luce all'ambiente, ma che anzi contribuiscano a renderlo piacevole ed accogliente. Giocare con la luce ed i colori è fondamentale davanti ad un progetto di arredo per il bagno cieco, ed è un trucchetto spesso utilizzato anche dagli interior designer, che propongono lavabi e sanitari bianchissimi o, se proprio cerchiamo elementi particolari, lavabi in vetro. Anche questi ultimi possono essere una elegantissima soluzione di design, con le loro preziose trasparenze attraverso le quali la luce filtra creando piacevolissimi giochi di luce.

La scelta di nuance chiare dovrà poi essere estesa anche ai mobili per l'arredo ed agli accessori bagno: per questi ultimi potremmo anche pensare ad elementi che mixano sapientemente i metalli più lucenti sui quali si riflette la luce alle ceramiche più candide.

Luci e specchi: i segreti per un bagno di design

Anche l'ambiente privo di finestre può presentarsi esteticamente perfetto, se avremmo l'accortezza di scegliere oggetti in grado di donare un maggior senso di ampiezza alla stanza ed una visibilità ottimale. Come nel caso di arredi per il bagno piccolo, anche in quello privo di finestre specchi e luci giocano quindi un ruolo fondamentale ed il loro posizionamento attentamente studiato può veramente fare la differenza. 

Un grande specchio posizionato sopra al lavabo, magari retroilluminato per creare quel fascino velato, servirà da superficie riflettente: i flussi luminosi di paralumi posizionati ai lati o di moderne applique collocate sulla parte superiore dello specchio riusciranno a regalare visibilità perfetta nelle zone operative in cui occorre (pensiamo alle operazioni quotidiane per radersi, truccarsi o prendersi cura della pelle). 

Ovviamente in un bagno in cui la luce artificiale è la sola fonte visiva a disposizione non potranno essere sufficienti applique e paralumi collocati vicino agli specchi, ma occorreranno anche lampadari da soffitto. Per dare luminosità generale alla stanza da bagno potremmo scegliere una sospensione moderna o dal gusto decisamente più classico, basandoci sull'arredo e sullo stile del nostro bagno, ad una o più luci, da scegliere tenendo anche conto delle dimensioni della stanza, con lampade alogene oppure con le performanti luci LED

Attenzione alla ventilazione ed alla formazioni di vapori

Nella stanza senza finestre i vapori sono una costante a causa del mancato ricambio d'aria. Per favorire la salubrità all'ambiente è possibile scegliere di installare dei deumidificatori, avendo poi l'accortezza di lasciare anche spesso la porta del bagno aperta per favorire il ricircolo dell'aria. Anche riscaldare bene l'ambiente può risultare un ottimo sistema per prevenire tutti i problemi legati al vapore ed alle condense: mantenere l'aria asciutta in bagno consente di prevenire la formazione di muffe nei punti critici, come gli angoli.

La mancanza di luce naturale è sicuramente un fattore penalizzante che però, come abbiamo visto, può essere risolto con qualche accorgimento particolare. Certo, il bagno cieco richiede una cura ed un'attenzione particolare nella progettazione di arredo ma con un po' di impegno saprà trasformarsi in uno spazio di design.